«Il popolo napoletano, con la sua partecipazione spontanea, ha tributato il giusto omaggio alla memoria di Pasquale Squitieri durante i suoi funerali. Sono però profondamente rammaricato della scarsa partecipazione dei vertici istituzionali e del mondo della cultura e degli artisti partenopei, fatta eccezione per singole ma sparute presenze».
Inizia così il commento del consigliere comunale Andrea Santoro, esponente di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale a Napoli, che prosegue:
«Mi auguro che il Sindaco De Magistris sia stato davvero preso da impegni inderogabili visto che ha mandato il suo vice Del Giudice. E spero che sentirà il dovere di commemorare in maniera adeguata uno dei migliori figli della nostra città, che con la sua arte cinematografica ha emozionato e fatto riflettere toccando con coraggio temi controcorrente e scomodi al pensiero dominante. Basta rivedere alcuni film-denuncia di Squitieri -come il Prefetto di Ferro o Li chiamarono briganti- per rendersi conto di quanto amava la sua terra meridionale e quanto si impegnasse per denunciare menzogne e malaffare. Il suo essere ribelle, la sua ricerca della verità storica furono apprezzate dal mio partito, Alleanza Nazionale, al punto che lo volle candidato ed eletto al Senato della Repubblica. Un uomo come Pasquale Squitieri meritava ben altri riconoscimenti e mi auguro che le nuove generazioni sappiano tributargli i giusti onori che non ha avuto in vita».
Santoro ha così concluso: «Il primo passo è dedicargli una piazza o una via della nostra città e personalmente mi batterò per ottenerla».

Condividi

Facebook

Twitter

Gazzetta Tricolore

Iscriviti alla Gazzetta Tricolore

Prossimi Eventi

No results found.