Ignazio La Russa insiste sullo schema a tre punte per scegliere direttamente con le Politiche il candidato premier dell’alleanza Pdl, Lega e Fratelli d’Italia. E’ lo stesso ex coordinatore del Pdl ha sottolinearlo: “Si tratterebbe di una sorta di primarie allargate, dove invece di coinvolgere qualche milione di cittadini, come ha fatto il centrosinistra, vedrebbe coinvolto l’intero corpo elettorale”, sostiene il fondatore di Fratelli d’Italia-Centrodestra nazionale. 

“Il partito che avrà più voti – aggiunge La Russa – potrà indicare al Presidente della Repubblica, a nome di tutta la coalizione, il nome del candidato premier. Sono contento che la mia proposta stia andando avanti. Il fatto stesso che non piaccia al 100%, ma che al contempo non sia stata rigettata dal Berlusconi e dalla Lega, è testimonianza che rappresenta un punto di equilibrio e di buon senso”.

Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social