fbpx

IL GRADASSO CON LE FANDONIE. “Renzi dovrebbe semplicemente vergognarsi di continuare a fare il gradasso. Almeno in Calabria, abbia la decenza di non fare ironie e affermazioni contro ‘gufi iettatori’.


In quella terra segnata dalla disoccupazione e dalla criminalità organizzata, abbandonata da tutti, il premier si presenta senza uno straccio di risultato politico, di politica economica e industriale. Sono ormai nove mesi che sta alla guida del governo, e i dati socio-economici calabresi sono peggiorati rispetto al resto dell’Italia raggiungendo il punto più basso: minore reddito pro capite, maggiore perdita Pil, maggior numero di imprese che chiudono, maggiore disoccupazione, in particolare giovanile e femminile, tasso di abbandono scolastico tra i più alti in Italia.  La vera alternativa, è un piano speciale per le zone depresse, con fiscalità zero, rilancio dell’occupazione nel terziario, in particolare nel turismo, potenziamento del porto di Gioia Tauro, naturale hub del Mediterraneo. Ci auguriamo che il popolo calabrese sappia imprimere una svolta dando una connotazione politica al  voto di domenica”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia Fabio Rampelli commentando la visita del presidente del Consiglio Matteo Renzi in Calabria.

Domani il capogruppo Rampelli chiuderà la campagna elettorale calabrese con incontri nel Comune di  San Marco alle 16,30; a Rossano alle 20,30.

Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social