fbpx
if($_SERVER['REQUEST_URI'] == '/') {

 

Daily CBDLa tua fonte # 1 per gli estratti di CBD e canapa

}

“Ho letto con stupore le dichiarazioni del segretario nazionale UGL comunicazioni, il quale rivendica con orgoglio il risultato delle trattative che hanno portato all’accordo sulle politiche attive del lavoro, siglato lo scorso 13 giugno con Poste Italiane. Ebbene, aver concordato per la Sicilia soltanto 38 conversioni di contratti da part time a full time a fronte degli oltre 800 lavoratori a tempo parziale attualmente in servizio, e zero stabilizzazioni a fronte di alcune migliaia di lavoratori precari a tempo determinante, e’ un risultato mortificante per la Sicilia. Regione che per densita’ abitativa e’ tra le prime d’Italia e che vanta, dopo questo accordo al ribasso, il triste primato di numero di lavoratori postali part time”. Lo scrive in una nota il deputato di Fratelli d’Italia, Carolina VARCHI. “Forse Muscarella piu’ che con i parlamentari, dovrebbe instaurare un confronto vero con i lavoratori che ha la pretesa di rappresentare. Se i lavoratori siciliani, stanno portando avanti questa battaglia, hanno le loro giuste ragioni. Si ascolti la loro richiesta di aiuto e si lavori affinche’ questo accordo sia rivisto. Mi auguro che il confronto serrato sul tema porti un adeguato riconoscimento delle istanze dei tantissimi lavoratori postali siciliani, che garantiscono un servizio pubblico essenziale e che hanno il diritto di guardare con piu’ serenita’ al futuro e senza essere costretti a dover andare al nord per avere l’agognata stabilizzazione o conversione del contratto”.

Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social