fbpx
“Quando da posizioni di governo si passa all’opposizione si hanno maggiori argomentazioni per criticare peccato però che il Pd parli da un pulpito sbagliato. Renzi barattò infatti con l’Ue un’elasticità del debito non per creare sviluppo economico, ma per investire sul business dell’immigrazione e regalare mance elettorali, il tutto con manovre finanziarie in deficit. I sermoni dei dem sono quindi inascoltabili. Desta quindi stupore la difesa a oltranza dell’euroausterity inaugurata dal Governo Monti. Serve maggiore flessibilità, la chiedeva Renzi, la chiede Conte e noi siamo d’accordo.
Ma questa flessibilità deve servire agli investimenti infrastrutturali, allo sviluppo, alla crescita dell’occupazione, all’abbattimento delle tasse per famiglie e imprese e non per finanziare manovre assistenzialistiche come nel caso del reddito di cittadinanza. È il lavoro che dà dignità, non l’elemosina”.
È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.
Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social