“Non possiamo accettare che il governo venga a dirci di stare tranquilli perché il reddito di cittadinanza sistemerà tutto. Siamo arrivati ad un punto in cui, l’Italia per Pil pro capite, è distante dagli Stati Uniti quanto lo è dalla Nigeria. Non siamo più un paese ricco, non produciamo più e non avendo le risorse naturali, la nostra possibilità di crescita è legata alle importazioni e alle esportazioni.

E chi viene a investire in un Paese dove un giorno si fa partire un cantiere e il giorno dopo lo si blocca? Abbiamo un governo che impedisce le trivellazioni nell’adriatico quando a 2 km di distanza ci sono quelle croate.

E come può, questo governo, pensare di affrontare la crescita senza pensare a come sta cambiando la normativa bancaria europea, una normativa che l’Unione europea sta cambiando per mettere in difficoltà un solo paese: il nostro. E chi, del governo, si sta occupando dell’asse franco tedesco che è una nuova ‘conventio ad excludendum’ e che se non verrà circoscritto ha una potenziale portata industriale grandissima verso di l’Italia?”

Così Guido Crosetto, Coordinatore nazionale e deputato di Fratelli d’Italia intervenendo in aula sul dl semplificazioni.

Condividi

Facebook

Twitter

NEWSLETTER

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Prossimi Eventi

No results found.

Social