“Il candidato del M5S Ignazio Corrao, della cui esistenza evidentemente nessuno si è accorto né in Europa né in Sicilia, terrorizzato dall’idea e dall’altissima probabilità di non essere rieletto, anziché dedicarsi alla sua campagna elettorale, tenta maldestramente di gettare fango, con attività di puro sciacallaggio politico, sugli altri candidati, dimostrando ancora una volta la sua malafede e la sua ignoranza. Se conoscesse, infatti, la differenza tra responsabilità soggettiva e oggettiva, non si inoltrerebbe in audaci quanto ridicole dichiarazioni degne di miglior causa. Al sottoscritto è stata, infatti, comminata un’ammenda di 4mila euro per responsabilità oggettiva, nella qualità di Sindaco, per una irregolarità tecnica relativa ad un locale di proprietà del Comune di Catania a cui avrebbe dovuto sovrintendere il dirigente comunale preposto. Questo sarebbe il ‘reato’ infamante di cui mi sarei macchiato e per il quale, a detta di Corrao, sarei impresentabile! Mi piacerebbe sapere se anche a Roma o a Torino, le sindache Raggi e Appendino, entrambe del M5S, siano a conoscenza delle situazioni tecniche di tutti i locali di proprietà dei Comuni da loro amministrati. Mi sembra proprio che Corrao, fortemente impaurito dalle iene, pensi di guadagnare consensi diventando a sua volta sciacallo!”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Raffaele Stancanelli.

Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social