“A San Luca, in Calabria, il procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri e i candidati antimafia, Klaus Davi e Giuseppe Brugnano, sono stati vittime di insulti e minacce da parte del figlio di un boss. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini attivi immediatamente tutte le procedure per garantire non solo la libera partecipazione democratica, in un territorio inquinato dalla Ndrangheta, ma soprattutto la sicurezza lotta per affermare la legalità e la presenza dello Stato”.

E’ quanto dichiara in una nota Edmondo Cirielli, Questore della Camera dei Deputati e parlamentare di Fratelli d’Italia.

Condividi

Facebook

Twitter

NEWSLETTER

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Prossimi Eventi

No results found.