“E’ sorprendente leggere i commenti entusiasti degli esponenti del M5S su ciò che loro considerano un grande “esercizio di democrazia”, ossia il voto sulla piattaforma Rousseu, dove poche decine di migliaia di persone hanno deciso il futuro governo del Paese. Un risultato già ampiamente previsto a favore dell’inciucio con il Pd di Renzi e Zingaretti, perché, per loro, prima degli italiani vengono le poltrone”. Lo dichiara il Questore della Camera Edmondo Cirielli (Fratelli d’Italia) che aggiunge: “Per non parlare del segretario dei democratici, il quale si è dimenticato che, in campagna elettorale, in occasione delle elezioni politiche, i cinque stelle chiesero il voto ai cittadini contro il suo partito. Quindi, altro che 70 mila votanti, ma milioni di persone votarono nelle urne contro questa vergognosa alleanza. Fratelli d’Italia sarà in piazza il giorno della fiducia per protestare contro questo ennesimo gioco di palazzo e chiedere ancora una volta il ritorno alle urne. Democratici e grillini, prima nemici ed ora amici per il potere, hanno avuto troppa paura di far votare chi conta davvero, ossia tutto il popolo italiano in libere elezioni. Non hanno proprio un briciolo di vergogna” conclude Cirielli.

 

Condividi

Facebook

Twitter

NEWSLETTER

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Prossimi Eventi

No results found.

Social