“Finalmente arriva la giustizia, con il solito grave ritardo. Adesso il pedofilo Fiesoli vada in carcere e nessuno si sogni di concedere un solo giorno di sconto ad un criminale che ha distrutto la vita a centinaia di persone. Lo ha fatto insieme agli altri componenti della setta che, a causa di un sistema giudiziario assurdo, l’hanno fatta franca grazie alle prescrizioni. Abbiamo l’occasione di stabilire tutte le altre responsabilità, anche di politici e magistrati, con la Commissione d’inchiesta parlamentare: basta con i veti incrociati, è urgente farla partire”. Lo afferma Giovanni Donzelli, deputato di Fratelli d’Italia già vicepresidente della Commissione d’inchiesta sul Forteto del Consiglio regionale della Toscana.

Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social