“E siamo a sette: per il settimo mese consecutivo cala la produzione industriale italiana come certificato dall’Istat, con gli indici che scendono dello 0,4% mensile e del 2,1% annuo. Dati impietosi che si traducono in effetti negativi sul Pil e sul tessuto produttivo, con meno occupazione e meno consumi. Una situazione che rischia anche di peggiorare grazie a una legge di bilancio che, oltre ad aver determinato zero investimenti e lasciato intatta la pressione fiscale, sta per introdurre – a danno di aziende e famiglie – tasse a raffica. Un’ulteriore flessione che non possiamo permetterci e che induce a pensare che non c’è nessun futuro per l’Italia”.

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Condividi

Facebook

Twitter

NEWSLETTER

Prossimi Eventi

No results found.

Social