“Non sta a me giudicare se sia corretta o sbagliata la sentenza di condanna a morte dei sette miliziani islamici responsabili della strage di Dacca, dove morirono nove italiani.  L’unico pensiero che mi sento di esprimere è la vicinanza alle famiglie degli scomparsi ed una riflessione dura nei confronti dei radicalismi che in questi anni provocano vittime innocenti: madri, padri e figli, immolati su di un assurdo altare di ideologie. Dopo anni di riflessione su quanto fatto ed innanzi alla più dura delle condanne, questi terroristi non hanno abbassato la testa per chiedere scusa ma, al contrario, hanno rilanciato un messaggio di odio e di paura. Nessun uomo libero si abitui mai a queste orribili minacce e si impegni per contrastare a fondo questa gentaglia”.

Lo ha dichiarato il deputato di Fratelli d’Italia, Walter Rizzetto.

Condividi

Facebook

Twitter

NEWSLETTER

Prossimi Eventi

No results found.

Social