“Non vi è alcuna differenza di compiti tra chi comanda 17 uomini e chi 10 perché le responsabilità, le mansioni e le attività svolte dai vari comandanti di stazione dell’Arma dei carabinieri, indipendentemente dal numero di persone che si comandano, sono identiche. Ciononostante, solo 439 comandanti di stazione di carabinieri sulle 4500 del territorio nazionale hanno diritto all’indennità di comando. Tale situazione, oltre ad aver generato un contenzioso tra comandanti di stazione e Amministrazione, è altresì in palese contrasto con il dettato Costituzionale che prevede che a parità di mansioni svolte vi sia una pari trattamento economico”.
Lo dichiara Maria Teresa Baldini, deputato di Fratelli d’Italia presentando un ordine del giorno alla manovra che impegni il governo ad estendere a tutti i comandanti di stazione l’indennità di comando.

Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social