Sua testimonianza è patrimonio che non deve andare perso
“E’ un duro colpo la morte di Giuseppe Comand, l’ultimo testimone delle stragi delle foibe. Con i suoi racconti ha fatto luce sul massacro dei nostri connazionali per mano dei partigiani comunisti di Tito, avvenuto durante la seconda guerra mondiale e nell’immediato secondo dopoguerra. La sua tenace ed instancabile testimonianza è un patrimonio collettivo che non deve andare perso ed è nostro dovere fare in modo che sia trasmesso alle future generazioni.  Il nostro impegno sarà sempre più vigoroso nel fare in modo che sia fatta giustizia per gli infoibati e le loro famiglie e per scongiurare che si ripetano crimini così atroci”.
Con queste parole esprime il suo cordoglio per la scomparsa di Giuseppe Comand, il deputato e coordinatore in FVG di Fratelli d’Italia, Walter Rizzetto.
Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social