Era la fine gennaio del 2017 quando studiavo la grafica della copertina della rubrica e l’immagine che avrebbe accompagnato il primo articolo. 

Ne scartai moltissime, nessuna mi sembrava adatta, tanta era l’emozione di dare inizio al progetto. 

Poi, d’istinto, trovai quella giusta e all’improvviso entrai in questa straordinaria avventura, iniziata per il piacere di scrivere sulla bellezza che gli italiani sanno esprimere in tutte le arti che è subito diventata un mezzo per far conoscere la storia delle eccellenze italiane più famose, ma anche ambiti di eccellenza poco noti e per denunciare gli attacchi che da più parti vengono sferrati alla nostra bellezza nazionale. 

Ma che cos’è la bellezza?

Partiamo dalla scienza: è stato accertato scientificamente che il cervello umano riconosce la bellezza sotto qualunque forma si manifesti e reagisce esprimendo un’emozione. 

Si tratta di una relazione tra chi osserva e l’oggetto osservato, può essere un’opera d’arte ma anche un cibo o un paesaggio.

La bellezza è un codice unico che si trova  nell’arte, nella natura ma anche nell’artigianato, nell’imprenditoria.

E’ una forza rivoluzionaria: oltrepassa il tempo, le mode, attira verso di se’ l’uomo a prescindere dalla sua condizione sociale e dall’età, muove le coscienze, rompe gli schemi, abbatte i preconcetti, si presenta sotto forme sempre diverse, è imprevedibile e non si può arginare. E’ una forza che ci spinge in avanti, verso il progresso. 

La bellezza è quindi l’energia formidabile che deve guidare la società verso la sua evoluzione.

Noi italiani abbiamo il vantaggio di vivere da sempre immersi nella bellezza, ecco perché la esprimiamo spontaneamente in ciò che facciamo e veniamo imitati in tutto il mondo.

Mentre la globalizzazione ci vuole tutti uguali, obbedienti a un modello imposto per essere prevedibili e quindi controllabili, negando ogni bellezza, il nostro compito è quello di riaffermare le differenze, esaltare le caratteristiche peculiari, conservare le nostre diverse tradizioni e tramandarle. 

La bellezza salverà il mondo? No, sarà l’uomo a salvarlo, adottando la bellezza come ispirazione perché non dobbiamo mai dimenticare che la Sovrana Bellezza siamo noi.

Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social