“Oggi il PD e Italia Viva – dichiara Cinzia Pellegrino, coordinatore nazionale del Dipartimento tutela Vittime di Fratelli d’Italia- tenteranno nuovamente di rimpinguare la cassa della Casa Internazionale delle Donne portando al vaglio delle Commissioni Bilancio e Affari Costituzionali un subemendamento che le assegni ben 900 mila euro a valere dal Fondo esigenze indifferibili.
Con questa mossa la Sinistra commette l’errore di utilizzare somme da destinarsi all’utilità sociale per saldare debiti di associazioni private, che tra l’altro hanno sempre svolto e svolgono un ruolo esclusivamente politico.
Ci sono mille altri modi migliori per impegnare fondi a sostegno delle vittime, come ad esempio implementare la realizzazione sul territorio nazionale di centri per uomini maltrattanti. E’ evidente ancora una volta che per i Democratici salvare via della Lungara in vista delle elezioni suppletive del 1 marzo è più importante che fare azioni concrete a sostegno delle donne vittime di violenza.”
Continua Maurizio Esposito, consigliere di FdI in Municipio I “Ben 2 anni fa ho protocollato in consiglio la richiesta per la realizzazione di una targa in memoria di Desiree Mariottini, la ragazza drogata e poi stuprata a San Lorenzo, con il suggerimento di apporla proprio davanti l’ingresso della Casa Internazionale delle Donne.  La richiesta non è mai arrivata al dibattito in aula, rimanendo ferma proprio nella Commissione Pari Opportunità presieduta dal PD, ed un silenzio assordante c’è stato anche da parte da queste signore che millantano di combattere quotidianamente la violenza domestica. Questo a ulteriore conferma che destinare dei soldi per far continuare le loro attività è squisitamente una marchetta elettorale.”
Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social