“La costituzione di una newco per Alitalia al 100% di partecipazione dello Stato attraverso il Mef dev’essere il primo passo per il rilancio della società. E non un preliminare di vendita alla Lufthansa, come viceversa alcuni dati non palesi sembrano indicare. Una newco leggera con 50-70 aeromobili e 2500 dipendenti diventerebbe una low-cost per trasporto aereo nazionale da consegnare alla Germania, mentre la badco resterebbe in capo al popolo italiano.

Direi che ormai siamo vaccinati per questi trucchetti  e chiederemo al governo nella conversione del decreto ‘cura Italia’ di nazionalizzare sì, ma

con una Newco Alitalia che corrisponda a un grande progetto di rilancio e garantisca: l’attuale perimetro aziendale Volo, Manutenzione e assistenza a terra e i relativi livelli occupazionali.

Tutto il processo di alienazione delle infrastrutture strategiche nazionali, i tagli orizzontali, il ritiro dello Stato dalle partecipazioni pubbliche in tutti i settori dell’economia e dei gangli vitali dei servizi pubblici ha portato l’Italia al tracollo. Pertanto, lancio questo avviso a Conte e agli amministratori delegati pro tempore dell’azienda Italia: avete gli occhi addosso. Non ci provate”.

È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social