“Continuano gli sproloqui di Bonafede sul caso delle scarcerazioni dei boss concesse con la scusa dell’evitare un (im)probabile contagio da coronavirus. Questa volta chiama in causa le Vittime di mafia, che lui ha invece contribuito ad offendere con la sua incapacità a dirigere il Ministero della Giustizia. 
Bonafede si dimetta subito, non aspetti un minuto di più e prima di farlo chieda scusa a tutte le Vittime di mafia ed a tutti i loro familiari dimostrando quell’umiltà che gli è mancata fino ad ora”.
Cosi in una nota Cinzia Pellegrino,  Coordinatore nazionale del Dipartimento tutela Vittime di Fratelli d’Italia dopo
l’informativa di oggi del Ministro della Giustizia alla Camera dei Deputati.
Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social