Soldi a Italia, no a miglioramento chicco caffè di qualche Paese estero

“Surreale, lunare e allucinante audizione in Commissione Esteri del Direttore Generale del Maeci per la cooperazione e lo sviluppo che ha definito “limitate” le risorse destinate dall’Italia alla cooperazione internazionale, auspicando che “l’aiuto pubblico aumenti”. L’Italia destina oltre 5 miliardi di euro alla cooperazione internazionale per amenità straordinarie, fra le quali è stato ricordato, senza senso del ridicolo, il miglioramento del chicco del caffè di non so quale paese. Mentre pietiamo soldi in Europa per uscire da una crisi devastante, mentre manca liquidità per le nostre imprese, mentre mancano le ricorse per la cassa integrazione, mentre ai professionisti vengono destinati miserrimi 600 euro, il Governo Pd e M5Stelle ritiene che dovremmo spendere ancora più di 5 miliardi per i chicchi del caffè di qualche paese estero. Per Fratelli d’Italia i fondi per la cooperazione debbono essere radicalmente rivisti e abbattuti, destinando ogni risorsa alle necessità della Patria”.

Lo dichiara Andrea Delmastro, deputato di Fratelli d’Italia e capogruppo FDI in commissione Esteri.

Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social