fbpx
if($_SERVER['REQUEST_URI'] == '/') {

 

Daily CBDLa tua fonte # 1 per gli estratti di CBD e canapa

}

“Nonostante esista una legge dello Stato che istituisce il 10 Febbraio come ‘Giornata del Ricordo’, c’è ancora chi si chiude gli occhi di fronte all’orribile tragedia delle foibe. E’ accaduto a La Spezia dove l’amministrazione spezzina ha intitolato uno spazio pubblico a Norma Cossetto, infoibata nel 1943 e insignita dal presidente Ciampi della Medaglia d’oro al merito civile e le parole di Rifondazione Comunista – ‘vergogna alla Pansa che deve essere chiarita e contestualizzata’ – sono fuori dal tempo. Norma è stata seviziata, trucidata e poi gettata in una foiba dai partigiani comunisti slavi. Oltre 10mila italiani uccisi per mano del regime comunista di Tito, un dramma che si è consumato anche attraverso l’esodo di 350mila istriani, giuliani e dalmati dalle loro terre alla fine della seconda guerra mondiale. Una pagina buia della nostra nazione, mistificata per decenni dai libri di testo scolastici e oggi, a quanto pare, ancora negata. Ringraziamo la Giunta comunale di La Spezia per l’intitolazione alla Cossetto, la vergogna è di chi continua ad oltraggiare la memoria degli italiani e delle vittime delle foibe”.

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social