fbpx
if($_SERVER['REQUEST_URI'] == '/') {

 

Daily CBDLa tua fonte # 1 per gli estratti di CBD e canapa

}

“La strage di Bologna ha una storia diversa da quella che la narrazione degli ultimi 40 anni di certa parte politica e non ha voluto scrivere.

Lo dicono gli scoop giornalistici, le confessioni in punto di morte, ma soprattutto le carte ufficiali: i cablogrammi del Colonello Giovannone, le perizie dei tecnici, le verità emerse e le bugie smontate durante gli stessi dibattimenti.

Tuttavia, ogni 2 agosto ci sentiamo propinare la solita favoletta sugli autori dell’attentato, favoletta che fa comodo a molti ma che non è La Verità.

Per questo è indispensabile ed urgente desecretare tutta la documentazione relativa ai fatti di Bologna, al terrorismo internazionale ed a tutti i terribili fatti di sangue di quegli anni ad esso connessi.

I familiari delle Vittime hanno il diritto di sapere, gli Italiani hanno diritto di sapere.”

Così in una nota Cinzia Pellegrino, Coordinatore nazionale del Dipartimento tutela Vittime, nell’anniversario della strage.

Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social