fbpx

“La decisione della maggioranza di Governo di approvare un emendamento che dichiara il blocco navale un crimine internazionale è vergognosa e lede la possibilità di uno Stato sovrano di difendere la propria sicurezza e quella dei cittadini, sia in ambito militare che in quello civile. Durante le audizioni in Commissione Difesa è anche emerso che il Blocco Navale è uno strumento più che lecito se autorizzato da più Stati, dalla Comunità Europea, dalla Nato e da altri organismi internazionali, ed è quello che ha sempre chiesto di attuare Fratelli d’Italia”, è quanto dichiara Salvatore Deidda, Capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione Difesa 

Condividi

Facebook

NEWSLETTER

Social