Stella Mele è nata a Barletta il 24 Marzo 1982.

Dopo aver conseguito la Maturità Classica, nel 2012 si laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, sostenendo una Tesi di Laurea in Sociologia del Diritto, in particolare “Le tre misure riparative degli errori giudiziari: la “ragionevole durata del processo”, la L. 24 Marzo 2001 n. 89 (“Legge Pinto”) e la L. n.117/1988 (“Legge Vassalli “)”.

Esercita attualmente la professione di Avvocato (iscritta all’Albo degli Avvocati di Trani).

Nell’ambito della formazione, partecipa, nel 2001, all’ “VIII° CORSO DI CULTURA EUROPEA” c/o il Centro Culturale Europeo di Bari.

Nel settembre dello stesso anno risulta vincitrice del Progetto “La rifondazione della Patria” c/o l’Associazione Culturale “Storia e Memoria”.

Durante gli anni della formazione ha lavorato come consulente commerciale in editoria e, successivamente, come docente in attività di Formazione Professionale.

Inizia il suo percorso politico all’età di 17 anni, militando nel movimento giovanile di “Alleanza Nazionale” e, dal 2002, all’interno del Movimento Studentesco “AZIONE UNIVERSITARIA”, del quale veniva eletta Consigliere di Facoltà.

A 23 anni assume l’incarico di Dirigente Provinciale di Alleanza Nazionale per Barletta – Andria – Trani.

Nel 2007, in previsione dello scioglimento di AN, aderisce al progetto politico “La Destra”, assumendo l’incarico di Segretario cittadino e, successivamente, di Segretario provinciale BT, Coordinatrice regionale Pugliese Dipartimento Donne e di Dirigente Nazionale.

In seguito alla fase di ricostruzione della destra italiana, nel 2014 entra a far parte della giovane formazione politica di Fratelli d’Italia, ricoprendo il ruolo di Segretario Provinciale e, successivamente, di Segretario cittadino e di Dirigente Nazionale.

Alle Elezioni Amministrative del 10 Giugno 2018 risulta eletta, Consigliere Comunale nella Città di Barletta e successivamente eletta Vice Presidente del Consiglio Comunale e Presidente della “VIII Commissione Consiliare Permanente Cultura e Pubblica Istruzione”.

Condividi